martedì 4 aprile 2017

Thirteen reasons why!

Ci ho messo un po' per scrivere di questo... non è stato facile elaborare la storia e trovare le parole per raccontare i fatti. C'è molto in internet già scritto di questa serie, ma volevo scrivere la mia versione... 
L'ho guardato con attenzione e ogni nuovo indizio mi faceva pensare... ogni persona che era coinvolta mi faceva riflettere... ho vissuto la visione di questa serie/denuncia sia da mamma che da colpevole, non sono riuscita però a rivedermi nei panni della protagonista... sono sempre stata molto forte di carattere, quindi vivere con la sua fragilità non mi si addice per niente... ma questo è lei... pura fragilità... animo sensibile e nobile che viene distrutto dalla cattiveria dei compagni e dall'indifferenza del mondo che la circonda. In quanto madre mi sono vista inconsapevole di ciò che accade nella vita di un figlio... ed è stato terribile. Pensare di non riuscire a comunicare con un figlio che sta vivendo male la sua crescita mi ha lasciata addolorata, ho pensato ai miei figli, a come posso fare per comunicare con loro senza giudicarli e senza condannarli... amandoli sempre e comunque ma allo stesso tempo cercando di educarli ad essere persone migliori che di fronte a persone fragili come Hannah, possano fare la differenza. Mi sono rivista nei panni di chi è stato indifferente alle violenze subite da lei e dalla sua amica, incapace di intervenire... perché non è facile far affrontare a qualcuno dei demoni simili... consapevole che ci vuole una gran forza d'animo per superare una cosa del genere e andare avanti con la propria vita... e grata che alla fine, a volte, qualcuno mostra il coraggio necessario per superare il trauma. Ma in quanto donna, che è stata ragazza, che ha vissuto una vita travagliata, mi sento di rimproverare fortemente Hannah, per non essere stata in grado di denunciare le cose ad alta voce! Per non essere stata abbastanza forte da pensare di meritare di sopravvivere a tutto e di urlare di rabbia!!! Si è sentita ferita e si è lasciata vittimizzare... vorrei dire a tutte le ragazze che subiscono in silenzio, dite BASTA! Urlate, picchiate, denunciate... non abbiate paura! Chi si deve vergognare non siete voi! Coraggio, amatevi!
Amate voi stesse! Siate migliori di loro, non lasciate che nessuno vi dica che non siete niente, che non valete nulla! Quando lo fanno, lo fanno perché loro si sentono feriti e sanno solo ferire! Abbiate pietà e reagite! Con tutte le forze!
CORAGGIO!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...